Project Description

L’Associazione CioCheVale collabora con la Redazione e il Comitato Scientifico della Rivista “Picchioverde” che descrive le tematiche legate al territorio che comprende la Collina Chierese, il Pianalto di Poirino ed il basso Monferrato.

La connotazione territoriale dell’iniziativa non vuole tuttavia limitare il campo visivo dell’osservatorio, ma piuttosto declinare una definizione delle identità locali in un’ottica aperta e autenticamente “glocal”. “Spesso la localizzazione viene ignorata per colpa della troppa importanza data alla globalizzazione. D’altro canto, in molti casi, le forze locali si sforzano costantemente per attenuare l’impatto dei processi globali. La glocalizzazione ritiene che il fondamento della società in ogni epoca sia stata e sia la comunità locale, plasmata dall’interazione degli individui, organizzati in gruppi sempre più allargati, presenti su un territorio.”

Obiettivo primario di questa iniziativa editoriale è di porre  attenzione sulle caratteristiche e sulle esigenze di valorizzazione e salvaguardia di questo territorio, inteso come insieme di beni comuni, non solo in termini di patrimonio paesaggistico, e quindi di “verde”, ma anche artistico e culturale, con l’inclusione delle attività virtuose, sia in ambito produttivo che associazionistico.

La rivista si rivolge a tutti coloro che sono interessati a conoscere, capire, vivere e fruire il territorio nei suoi vari aspetti, secondo i principi di consapevolezza, rispetto e sostenibilità, senza trascurare di presentarsi anche come voce critica e di stimolo per migliorare, sotto tutti i punti di vista, la vivibilità e integrità del territorio. Si rivolge inoltre a coloro che si pongono domande sull’uso del territorio, sull’identità dei luoghi, sul rapporto tra storia e futuro, con le sue implicazioni di accoglienza delle diversità e delle contaminazioni, che da sempre hanno interagito ed arricchito luoghi e popolazioni, contribuendo, quindi alla creazione dell’identità.

Si ritiene particolarmente importante ricostruire un legame con il territorio per le nuove generazioni, che vivono un tempo dove si è in gran parte perso il senso della comunità e della condivisione e dove si fa invece sempre più forte il senso di impotenza, e conseguente adattamento ad una realtà su cui si percepisce di non poter incidere.

La rivista, in formato tascabile, a cadenza quadrimestrale, ha una sintesi degli articoli in lingua inglese.

L’idea del progetto è di prendere in prestito la tecnica cinematografica, immaginando di trasferire alla scrittura, in termini di punto di vista, focalizzazione, voce narrante, le varie tecniche di ripresa (campo largo, primo piano/zoom, piano sequenza, panoramica, macchina a mano)

 

  • Direttore responsabile: G.Fassino
  • Comitato di redazione: F.Coreggia, F.Garetto, D.Parena, G.Parena, S.Parena, L.Vaschetti F.Zampicinini
  • Comitato scientifico: G.Aiassa, P.Aiassa, P.Amerio, F.Bechis, G.Bosco, S.Bruno, R.Civera, A.Cotti, A.Crivello, M.Devecchi, G.Donato, F.Ferrua, A.Gay, A.Guggino, M.Pallante, D.Porporato, L.Quagliotti, D.Rei, D.Torta
  • Editore: Tipografia Parena SNC

 

Per Informazioni:      Picchioverde2016@gmail.com